Nimby di tutto il mondo unitevi (e partite)…

luglio 6th, 2011 § 0 comments

C’è un fantasma che aleggia per la penisola italica è il Nimby. Prima ancora di dire “Mamma” ha imparato a dire: “No”.

No a qualunque cosa.

No al nero, no al bianco, no ai colorati, no al passato, no al futuro, no al presente, no a te, no a noi, no ad essi e men che mai a voi.

No ! No !! No !!!

Come se fossero dei piccoli giapponesi al grido di: “Tora ! Tora !! Tora !!!”.

Eppure dei kamikaze giapponesi hanno appreso l’abnegazione e la volontà di morte.

Il loro “No” è il grido verso la società che li ha pasciuti e coccolati.

Il loro “No” è il distintivo che li certifica come eticamente e moralmente superiori.

Il loro “No” è un atto d’amore verso il mondo che deve essere salvato.

Le pietre che gettano non sono atte a far male. Sono i mattoni di un nuovo futuro.

I bastoni che agitano non sono corpi contundenti. Sono i segnali per il gregge smarrito.

I fazzoletti con cui si coprono il viso, non serve a nascondere la faccia. Serve a non far sentir loro l’olezzo della nostra putrida società.

Era logico che in questa filosofia, incrociassero il loro cammino con la sinistra, massimalista a parole e minimalista a poltrone ed azioni.

Che la loro narrazione diventasse la loro narrazione.

Che il loro piano sia creare una rete di Nimby per creare consenso è abbastanza chiaro. Ma quello che non hanno capito è che non riusciranno ad imbrigliare il veleno dei “No”.

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Tumblr
  • email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cosa stai leggendo?

Nimby di tutto il mondo unitevi (e partite)… su Fabrizio Cipollini.

info