Dopo il 12 novembre…

novembre 28th, 2011 § 0 comments


Ho votato Silvio Berlusconi e l’ho fatto votare, lo abbiamo critica quando pensavamo fosse opportuno e lo abbiamo eleogiato quando ritenevamo giusto farlo. Adesso a 16 giorni dalle sue dimissioni possiamo gettare un primo sguardo al suo abbandono dalla carica di Presidente del Consiglio.
Anzitutto, credo che sia necessario partire dalla pacchiana e cafonesca gazzarra, con annesso lancio di monetine, che si è scatenata sia di fronte a Palazzo Chigi che di fronte al Quirinale.
Ancora una volta gli italiani hanno dimostrato che la voglia di Piazzale Loreto sia sempre presente nel DNA politico tricolore.
Anzitutto bisogna ammettere che le dimissioni del 12 novembre scorso sono frutto di alcune scelte strategico-politiche francamente discutibili che il governo Berlusconi ha e non ha compiuto dalla vittoria elettorale del 2008.
Certamente dare la colpa ad 8 traditori è facile dal punto di vista comunicativo, ma non può essere usata come tesi politica.
Anche perchè il comportamente della Carlucci è stato simmetricamente uguale a quello di Scilipoti. Ecco, a posteriori, sarebbe stato meglio andare alle elezioni anticipate dopo la vittoria parlamentare del 14 dicembre 2010.
Probabilmente il centrodestra non avrebbe perso Milano ed, oltre alle elezioni politiche, avrebbe vinto anche a Napoli.
Ma qui ci stiamo addentrando nella urconia.
Adesso dopo la sbornia degli #aeiuoy, si apre una nuova fase politica, di Berlusconi e del Berlusconismo.
Una nuova fase che ha il nome di Mario Monti ed il suo #Rimontiamo….

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Tumblr
  • email
Tags , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cosa stai leggendo?

Dopo il 12 novembre… su Fabrizio Cipollini.

info