Libertà e liberazione

aprile 25th, 2011 § 0 comments § permalink

Sinceramente vedere le stesse trite e ritrite scene dei fischi e degli applausi, sentire le stesse trite e ritrite polemiche ogni 25 aprile è davvero deprimente.

Non riconoscere il valore di questa festa sarebbe da stupidi, ma la strumentalizzazione di questa stessa festività ad uso e consumo di quella labile e brutta parvenza di politica che si pratica in Italia è uno spettacolo indecoroso.

A poche settimane dalla festa del 17 marzo, in cui il Paese è stato pervaso di un minimo di sentimento nazionale, siamo tornati a quella guerra civile a bassa intensità che, da almeno 20 anni, infesta l’Italia.

Personalmente sono convinto che la migliore lezione che si possa avere dal 25 aprile è quella della libertà. Una libertà per la quale il popolo italiano ha combattuto e per la quale alcuni hanno pagato un prezzo altissimo.

Ebbene quelle persone hanno combattuto affinchè tutti gli italiani di allora, di oggi e di domani potessero godere appieno di una gioia che si chiama libertà. Una libertà che non debba mai più avere paura.

Per questo quei fischi stantii e quelle polemiche stantie sono affronti a ciò che di più alto e nobile rappresenta il 25 aprile.

Ci lamentiamo sempre che l’Italia non è un grande Paese, almeno credevo che, grazie a quel minimo anelito patriottico del 150° anniversario dell’unità italiana, oggi si poteva dare una nuova immagine ed una nuova sostanza.


Cosa stai leggendo?

Libertà e liberazione su Fabrizio Cipollini.